Cosmetica Made in Italy: l’Export cresce anche nel 2017

Cosmetica Made in Italy: l’Export cresce anche nel 2017

Negli ultimi decenni in fatto di esportazioni di prodotti cosmetici l’Italia ha raggiunto risultati decisamente molto interessanti.

Basti pensare al fatto che in solo cinquant’anni il valore del mercato è passato da 25 milioni di euro a poco meno di 4,3 miliardi di euro. Tra l’altro, a crescere notevolmente è stato l’export, dando dimostrazione del fatto che proprio il settore della cosmesi ha un potenziale a dir poco cruciale nell’economia del paese.

A tale riguardo, è interessante precisare che il settore della cosmesi ha raggiunto la terza posizione nei rapporti commerciali con l’estero con un peso che si aggira intorno a 4,5%. Ma vediamo di scendere più nel dettaglio e di capire quali sono i meccanismi alla base dell’accelerazione dell’export in questo settore nell’anno in corso e quali sono i prodotti che hanno ottenuto riscontri più alti in termini di vendite sia nei Paesi appartenenti all’Unione europea che in quelli extra-europei.

Cosmesi: ecco perché l’export cresce così velocemente

Stando ai dati, nel 2016 l’esportazione di cosmetici in Italia ha raggiunto un risultato pari a 4,3 miliardi. L’aumento è stato, dunque, del 12,7%.

Per il 2017 le rosee previsioni sono state rispettate. Se fino al 2016 erano i Paesi al di fuori dell’Unione europea ad acquistare più cosmetici made in Italy, quest’anno l’Europa ha messo in atto un vero e proprio  sorpasso. Entrando più nello specifico, a detenere il primato dei Paesi europei che più hanno importato cosmetici italiani è la Germania. A seguire troviamo la Francia, il Belgio e solo dopo gli Emirati Arabi e la Russia.

Prodotti cosmetici made in Italy: un mercato ancora in espansione

Indipendentemente dai mercati di riferimento, è molto interessante soffermarsi in merito al fatto che i prodotti più esportati in tale settore sono quelli che possono essere ricondotti all’ambito del make up. In questo caso, abbiamo a che fare con un aumento di poco meno del 24% e con un valore di più di 870 milioni di euro.

Oltre ai prodotti per il make up, vengono esportanti anche quelli per la cura e l’igiene del corpo. L’aumento in questo cosa corrisponde al 20,5% per un valore che si aggira a 815 milioni di euro. Ragionando, infine, in termini di prodotti singoli, le più vendute sono le creme e le acque di colonia. Nel primo caso, si è raggiunto un valore di 800 milioni di euro mentre nel secondo si è toccata la quota di 663 milioni di euro.